" I modelli non sono solo la riproduzione di un mondo in scala ridotta, ma anche la possibilità di dare a quelli che li contemplano un occhio da gigante. Cosí, come gli Dei dell Olimpo, ci piace contemplare la terra dei mortali e conoscere il loro destino. Sono solo i nostri occhi che tradiscono il sogno che ci abita."
André Caron.


Québec, 1987: Sono solo a confronto con una passione, la Roma dei Cesari. Su una base di compensato incollo un grande cartone espanso. Mi compro un vaso di colla, tempera ed un coltello di precisione. Mi procuro cartone ed una lastra di polistirolo espanso blu per le strutture. Ecco, sono pronto.

Sulla base di cartone stendo un colore grigio chiaro, traccio il sito disegnando le colline e le strade e comincio. Come documentazione, ho le piantine e soprattutto le foto e le tavole del « Grande Modello di Italo Gismondi » del museo della Civiltà Romana.

In questi ultimi anni ho utilizzato principalmente i modelli dei tomi 1 e 2 su Roma da « Viaggi di Orion, collezione Orix », per la precisione dei dettagli e la bellezza dei colori. Nel 1995, in occasione della presentazione del tomo 2 di « Roma, Città imperiale », ho avuto la fortuna di incontrare in Quebec
Gilles Chaillet, l’autore di questi disegni, con cui condivido la passione per l’Antica Roma e che ha scritto una dedica ai miei due volumi.

Da molto tempo ho smesso di contare quante ore ho dedicato a questo lavoro: non si puo misurare la realizzazione d’un sogno.

Il modello, in scala 1:1800, misura cm180 per cm180 (6 piedi quadrati). Ricostruisce la Roma di Costantino nel 320 d.C. Perché la Roma di Costantino ? Perché l’architettura era all’apogeo, prima che avvenissero le invasioni barbariche e cominciasse la distruzione dei grandi edifici.

Non posso tacere l’eccezionale collaborazione di Jean-Jacques Salamon che ha tradotto con pazienza tutti testi francesi del sito in inglese, tedesco, ed italiano, ed il cui grande rigore mi ha permesso di correggere alcuni errori contenuti nella versione originale.

Ugualmente mi preme sottolineare l’eccellente collaborazione di Jacques Plassard: ho approfittato del suo talento per creare un’impressionante immagine di sintesi della Roma antica. Vi invito a comunicare con lui per farci partecipi dei vostri commenti e valutazioni.

Infine devo segnalare la partecipazione di Sébastien Tourbier, da Cysoing, Francia, che ha cortesemente accettato che le magnifiche foto del suo viaggio a Roma durante l'estate 2008 siano utilizzate per illustrare la Roma odierna.

Vorrei chiudere questa presentazione ringraziando calorosamente tutti tre; senza di loro questo sito non sarebbe così attraente.

Vi invito anche a visitare il mio modello di Versailles cm40 per cm30 e i miei modelli di Babilonia e dell’Acropoli.

Tutti i vostri interventi saranno benvenuti.